Torna a
Torino portici di carta
Torino con una singolare e coinvolgente kermesse della lettura propone il più lungo percorso del mondo fatto di libri

 





 


Portici di carta, la rassegna che permette a Torino di avere la libreria più lunga del mondo va in scena sabato 7 e domenica 8 ottobre Per questa XI edizione i portici coinvolti in questa originalissima iniziativa, diventano anche quelli fine-ottocento e Liberty di via Sacchi e quelli risorgimentali di via Nizza, che in questo modo tentano un loro necessario ed utile rilancio commerciale; la passeggiata in mezzo ai libri si snoda quindi su un percorso totale di 2,5 chilometri. L’edizione 2017 è dedicata a Paolo Villaggio: l’autore-attore che ha venduto un milione e mezzo di copie con la Trilogia di Fantozzi e ha cambiato la lingua italiana con i suoi modi di dire entrati nell’uso collettivo. Portici di Carta lo ricorda sabato 7 all’Oratorio San Filippo con una lezione originale di Stefano Bartezzaghi, la testimonianza dei due figli, le letture fantozziane di Giuseppe Culicchia e l’intervista inedita realizzata dal regista Mario Sesti per il film presentato all’ultima Mostra del Cinema di Venezia. Per gli appassionati di numeri ricordiamo che aderiscono 128 librai di Torino e provincia ed editori da tutto il Piemonte, di cui 21 sono al loro debutto. In piazza Carlo Felice tornano i bouquinistes del Libro Ritrovato. I portici di via Roma, piazza San Carlo e piazza Carlo Felice sono suddivisi in 20 tratti tematici che raggruppano in modo omogeneo le bancarelle a seconda delle proposte. Fra gli autori in programma: la vincitrice del Premio Campiello 2017 Donatella Di Pietrantonio, autrice de L’arminuta; Sergio Staino che si racconta a Bruno Gambarotta attraverso l’autobiografia del suo alter-ego Io sono Bobo; i Diavoli custodi di Erri De Luca; i nuovi libri di Enrico Remmert e Luca Ragagnin, Dario Voltolini, Massimo Novelli, Enrico Pandiani; i metalmeccanici del Terzo millennio raccontati da Federico Bellono e Filomena Greco; la coppia del food writing italiano Clara e Gigi Padovani; le autrici del Concorso Lingua Madre Sabina Darova e Malvina Sinani; il concerto di Giorgio Licalzi con le musiche scritte in vent’anni di collaborazione con gli scrittori per sonorizzare dal vivo i loro reading. Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito. Editori ospiti sono Bollati Boringhieri e Minibombo. Bollati Boringhieri quest’anno festeggia i sessant’anni. A Portici gli sono dedicati un dialogo sulle migrazioni fra l’antropologo Marco Aime e il filosofo Giulio Giorello, l’anteprima del nuovo spettacolo della fisica-giornalista Gabriella Greison sulle donne scienziate della fisica del Novecento, una delle Passeggiate di Portici di Carta e una mostra dei suoi titoli più rappresentativi nelle vetrine degli esercizi commerciali di via Roma e piazza San Carlo. Minibombo, casa editrice nata nel 2013 e specializzata in libri per i più piccoli, ha già all’attivo numerosi premi e 26 titoli tradotti in molte lingue fra cui il cinese: è presente allo Spazio Bambini con letture, animazioni, spettacoli. In piazza San Carlo lo Spazio Bambini propone letture, animazioni, laboratori. In collaborazione con minibombo, Biblioteche Civiche Torinesi, Iter - Istituzione Torinese per una educazione responsabile, Dipartimento educazione del Castello di Rivoli – Museo di Arte Contemporanea e il Premio nazionale «Nati per leggere». La Regione Piemonte mette a disposizione degli studenti delle scuole superiori del Piemonte 1.500 buoni libro che possono essere ritirati allo Spazio Bambini e spesi a Portici di Carta. Per gli appassionati del genere, segnaliamo le Passeggiate di Portici di Carta: quest’anno sono dieci. Novità: quella in ricordo di Gigi Meroni, la ciclopedalata letteraria, nuovi protagonisti delle Pietre d’Inciampo, quelle dedicate a Bollati Boringhieri e alla Torino del noir. Prenotazione obbligatoria a . Nel tratto di via Roma fra piazza Castello e piazza San Carlo tornano le proposte e animazioni del Centro interculturale della Città di Torino Ricordiamo infine che Portici di Carta anche quest’anno lancia un’ iniziativa sociale: Il libro in più. Condividi il tuo consiglio di lettura. Chiunque acquisti un libro a Portici di Carta può donarlo a una biblioteca civica per condividere le proprie passioni di lettura e arricchire il patrimonio a disposizione della collettività.





 
Copyright © 2001 Edizioni I.E. s.r.l. - Tutti i diritti riservati