Torna a
Piemonte donazioni in crescita
Donazione di organi in aumento in Piemonte, dove però si fa più forte anche il bisogno e lievita il numero delle persone in lista d'attesa per ricevere un trapianto

 





 


Domenica 28 maggio è la Giornata nazionale per la donazione e trapianto di organi e tessuti. Promossa dal Ministero della Salute, dal Centro Nazionale Trapianti e dalle Associazioni nazionali di settore, la Giornata ha il sostegno e la collaborazione delle Regioni e Province Autonome, degli enti locali e delle istituzioni sanitarie e rappresenta uno dei momenti di massima promozione della cultura del dono. Gli scopi e gli obiettivi dell’iniziativa sono informare e sensibilizzare la popolazione sulle tematiche della donazione e trapianto di organi e promuovere una costante presa di responsabilità delle istituzioni per rispondere ai bisogni dei cittadini in attesa di trapianto. Il Piemonte è da sempre una delle regioni più virtuose come numero di donatori di organi, di tessuti e di sangue, nonostante questo però il numero delle persone in attesa di ricevere organi è in crescita: 611 nei soli primi tre mesi dell’anno, nonostante e in mood confortante le donazioni di cornee siano in costante aumento e si prevede che a fine anno supereranno le 1.100 unità (872 nel 2015 e 1086 nel 2016). Quindi è molto importante ampliare il numero di potenziali donatori, la Regione, con ANCIi e Federsanità, ha aderito da tempo all’iniziativa nazionale “Una scelta in Comune”: il cittadino può registrare la propria volontà di donazione degli organi all’ufficio anagrafe del proprio Comune. I dati aggiornati al 22 maggio confermano che i Comuni del Piemonte in cui è possibile dichiarare la propria posizione in merito alla donazione degli organi contestualmente al rinnovo della carta di identità sono 201 e 550 circa hanno cominciato il percorso per diventare attivi.





 
Copyright © 2001 Edizioni I.E. s.r.l. - Tutti i diritti riservati